Font, cosa sono e tante altre cose da sapere!

Written by Shawn. Posted in Blog, Computer, Font

Fonts, cosa sono, come installarli e tante altre cose da sapere su di loro

Oggi andiamo alla scoperta del Font, inseparabile amico di tutti coloro che amano utilizzare il computer per scrivere testi, creare cartoline, sfornare decorazioni e quant’altro. In questo articolo viene chiarito il concetto di font, le procedure per la sua corretta installazione e messa in opera, le sue limitazioni e altre importanti informazioni che lo riguardano.

Che cosa sono i Font:

Una piccola introduzione:

Un Font (che tradotto significa semplicemente tipo di carattere) viene definito come un insieme di caratteri tipografici caratterizzati da un certo stile grafico.

Se abbiamo utilizzato programmi di scrittura (come Word, Excel etc. etc) o programmi di grafica (come Photoshop, Gimp etc. etc) ci sarà senz’altro capitato di andare a modificare l’aspetto del carattere utilizzato. Ci sono ovviamente tantissime modifiche che possono essere fatte al nostro carattere come ad esempio il colore, il grassetto, il corsivo e tra le altre cose anche il Font. Per fugare ogni dubbio a riguardo, osserviamo come si presenta la scelta del Font in Microsoft Word 2013:
  Fonts_Word
Ci ricorda qualcosa adesso? Certo, abbiamo già avuto modo di provare qualche font presente di default nel nostro sistema!
Quale che sia la risposta, dobbiamo sapere che i fonts installati in windows rappresentano solo una piccolissima parte dei fonts realmente esistenti al mondo (e quindi in rete)..
Altri fonts vengono aggiunti al nostro sistema operativo installando programmi di grafica o di videoscrittura, photoshop ad esempio ne installa circa una trentina.
Riteniamo però (a ragion veduta) che i fonts più belli, più stravaganti e più particolari siano assolutamente quelli presenti in internet.

Limitazioni dei fonts:

Com’è possibile che un esserino tanto piccolo, buono e indifeso come il ‘carattere’ possa avere anche delle limtazioni?

Effettivamente le limitazioni non sono nel carattere stesso, bensì nei computer delle persone che lo visualizzeranno… Se volessimo potremmo scaricare da internet migliaia e migliaia di fonts gratuiti ed utilizzarli in un qualsiasi programma, ma se utilizzassimo un carattere non presente nel computer del nostro lettore finale egli non sarebbe in grado di visualizzarlo correttamente ed al suo posto vedrebbe lo stesso testo, ma formattato con un carattere standard (ad es. Times New Roman). Per ovviare a ciò, la sola ed unica soluzione sarebbe quella di trasformare il testo in immagine (per intenderci, proprio come se fosse una fotografia). In questo modo non ci sarebbero problemi di compatibilità e tutti riuscirebbero a visualizzare i caratteri esattamente così come sono stati creati .
Un piccolo esempio? Bene, scorriamo in alto questa stessa pagina ed osserviamo il logo Monkey Island presente nel lato sinistro dello schermo. Per scrivere quel logo abbiamo utilizzato un font chiamato ‘Pacifico’ che molto probabilmente non è installato nel nostro computer…
Lo stiamo vedendo correttamente solo perché abbiamo avuto l’accortezza di crearlo con un programma di grafica e salvarlo come se fosse una semplice immagine. Se non lo avessimo fatto, adesso ci apparirebbe probabilmente con lo stesso stile di carattere dell’intero articolo.
Per essere più precisi, è bene sapere che in realtà gli ultimi browser permettono oggi di scaricare in tempo reale un eventuale font mancante, se fornito dal creatore della pagina web. Ma dato che non tutti hanno browser aggiornati, questa non risulta essere una scelta affidabile e quindi lascieremo perdere per il momento questo argomento.

Come installare i fonts:

Installare un font significa semplicemente inserirlo all’interno della cartellina fonts di sistema.

Questa operazione può essere eseguita in 2 modi, entrambi semplicissimi:

Primo metodo:

Se il font che abbiamo scaricato si trova all’interno di un file compresso andrà prima decompresso mediante l’utilizzo di un programma apposito, ad esempio 7-zip.

Fonts_Unzip
Appena effettuata la decompressione dobbiamo trovare il file del font stesso, può avere l’estensione .otf o .ttf e potrebbe essere situato all’interno di una cartellina. Se abbiamo eseguito la decompressione come nell’immagine sopra riportata, la cartellina avrà lo stesso nome del file compresso e si troverà nella stessa posizione.
Trovato il file, clicchiamoci sopra con il pulsante destro del mouse e selezioniamo la voce Installa.
Fonts_Install
Il processo d’installazione verrà evidenziato da una piccola finestra di stato. Al termine il Font sarà disponibile per qualsiasi programma.
Fonts_Install_Finish

Secondo metodo:

Se il font che abbiamo scaricato si trova all’interno di un file compresso, andrà ovviamente decompresso mediante l’utilizzo di un programma apposito, ad esempio 7-zip.

Fonts_Unzip
Appena effettuata la decompressione dobbiamo ancora una volta trovare il file del font stesso, può avere l’estensione .otf o .ttf e potrebbe essere situato all’interno di una cartellina. Se abbiamo eseguito la decompressione come nell’immagine sopra riportata, la cartellina avrà lo stesso nome del file compresso e si troverà nella stessa posizione.
Trovato il file, clicchiamoci sopra con il pulsante destro e selezioniamo la voce Copia.
Fonts_Copy
Adesso utilizziamo esplora risorse (o risorse del computer) per recarci nella cartellina c:\Windows\Fonts Al suo interno troveremo tutti i fonts presenti in Windows. Spostiamo il mouse in uno spazio libero, clicchiamoci con il pulsante destro e selezioniamo la voce Incolla.
Fonts_Paste
Il font verrà copiato e installato automaticamente nel sistema. La procedura verrà evidenziata da un piccola finestra di stato. Al termine il font sarà disponibile per qualsiasi programma.
Fonts_Install_2

Dopo aver installato il font (importante):

Attenzione: Dopo aver installato un font, attraverso uno qualsiasi dei metodi sopra riportati, sarà necessario riavviare il programma in cui intendiamo utilizzarlo.

Niente di trascendentale, non preoccupiamoci…. Se ad esempio vogliamo utilizzare quel font in un programma come Word, dobbiamo semplicemente chiudere Word e quindi riaprirlo.
E’ bene sapere infatti che praticamente qualsiasi programma carica i caratteri di windows soltanto durante l’avvio (per risparmiare importanti risorse successivamente).

Fonts gratuiti, ma solo per uso personale:

Creare un font è relativamente complesso. Oltre ad essere necessaria una buona dose di bravura in campo grafico, la persona che crea un nuovo font deve anche spendere ore ed ore nel disegno di tutti i caratteri standard e della maggior parte possibile dei caratteri speciali…

Per questo motivo, seppur nel corso degli anni molti fonts siano passati a una versione completamente gratuita, la stragrande maggioranza di essi richiede un contributo economico per essere utilizzato a livello professionale.
Di solito, fortunatamente, l’acquisto di un set di caratteri non ha un costo eccessivo e soprattutto questo piccolo contributo spinge tantissimi bravi grafici a continuare il loro lavoro, permettendo a noi di avere migliaia e migliaia di fonts su cui poter mettere le mani.

E adesso, scarichiamo migliaia di Fonts:

Qui sotto elencate ci sono due possibilità messe a vostra disposizione.

Grazie per la lettura, Shawn

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento